4.11.2006

Per una volta sono d'accordo con Calderoli

Notte di lunedì 10 Aprile: solo tre considerazioni, dopo questo, per me deludente risultato elettorale

1) Per una volta sono d'accordo con Calderoli "Questa legge elettorale, è una porcata". Lo disse a Matrix poco tempo fa, e stasera, abbiamo tutti visto la controprova. Al momento in cui scrivo la parità è totale, e la coalizione "vincitrice", cosa potrà mai fare in un parlamento a mezzo servizio, dove magari anche avendo una maggioranza totale di voti, non avrà comunque quella dei seggi?
Eppure era appena andata nello stesso modo in Germania, e quando si opposero a questa nuova forma di elezione, che continua a frammentare il paese, anzichè unirlo, ovviamente, erano solo comunisti. Con il precedente sistema maggioritario, è abbastanza chiaro, che il divario sarebbe stato differente.

2) Il Risultato ad ogni modo c'è eccome. E' ovvio che se i due schieramenti hanno praticamente il 50 e 50, gli italiani hanno si, calato consensi diretti a Berlusconi-Forza Italia (crollata dal 29,4% algi attuali 23%), ma non era quello che ci si aspettava. O meglio per chi voleva cambiare guida del paese per 5 anni di troppe cose andate male, doveva essere ben più evidenziabile, diciamo. Si insomma si doveva, nonostante questa legge, avere un segnale più forte. Poi è chiaro che se il governo uscente non ha più una maggioranza assoluta come prima, in sostanza ha perso fiducia, ma questo già lo si sapeva dalle varie elezioni regionali ecc, e comunque la Cdl, deve prenderne atto. Ma il segnale, si diceva, non è arrivato, e questo è comunque un segnale. In democrazia si accettano queste cose ma a me mi fa proprio incazzare. I valori davvero sono sotto le scarpe.

3) Ultimo ma non meno importante: ma in che cazzo di paese viviamo, dove lo scrutinio, la raccolta voti, ecc ecc, dura fino a notte inoltrata? Io oggi ero al seggio, presidente alla numero 1 di Aulla, votanti 729. Lo spoglio e relativo scrutinio, trasmissione dati e consegna materiale all'ufficio elettorale, si è concluso alle ore 18,00 (ma i dati li ho dati almeno alle 17,30).
Ora mi chiedo, ma come cazzo lo fanno lo scrutinio in giro per l'Italia?

3-bis) "Turisti della Democrazia"...

3-ter) Ma è possibile che il governo del paese sia determinato dagli italiani residenti all'estero, e che quindi in quanto residenti, non solo hanno un interesse diverso, ma proprio perchè residenti, potrebbero anche non mettere mai più il piede nel nostro paese? Le porcate qui sono più di una....

14 commenti:

daniel ha detto...

Lasciando perdere qualsiasi considerazione sui politici, la delusione maggiore viene dalla gente... tu ti domandi "in che cazzo di paese viviamo?", per l'arretratezza (ormai cronica...) dei servizi o per la scarsa presa di coscienza dei politici della cdl circa il loro fallimento: la vera delusione viene da tutta questa gente che ancora vota Berlusconi, credendo alla favoletta delle tasse che spariranno con un soffio di vento!!!
Tutte queste persone mi ricordano tanto quei giocatori di "Pitecchio" (il gioco di carte del tressette ma dove vince chi fà meno punti)che, trovandosi in mano tanti "carichi" se li tengono tutti in mano fino all'ultimo, sperando di scaricarli sugli altri giocatori..... ti può dire bene una mano...... due.... ma poi a lungo andare, a giocare così si prendono di quelle bastonate!!!!! E nella vita mi sembra sia uguale: votano Berlusconi perchè i sacrifici non li vuole fare più nessuno, perchè sperano di fare la bella vita che vedono in TV, scaricando il conto sugli "altri" e augurandosi che gli dica bene...

Anonimo ha detto...

Sbaglio o vi brucia un pelo.......

buby ha detto...

l'anonimo...........non capisce un cazzo

Sargon II ha detto...

giusto.... gli anonimi e gli assenti hanno sempre torto....

Achille ha detto...

All'anonimo: già che devi fare il sarcastico, almeno tira fuori il coraggio di dire il tuo nome, semplicemente perchè la tua opinione ha valore quanto la mia, e non vedo il motivo perchè tu non debba firmarti.

Andando oltre, se hai avuto la pazienza di leggere attentamente il post, avrai ben visto che ho già detto che, più che bruciarmi, l'esito mi ha deluso e che la vittoria, ora definita, con le due maggioranze nelle due camere, sono espressione di un paese diviso e che non ha cambiato radicalmente rotta. Certo il governo non ha mantenuto i suoi voti, e quindi anche le stesse percentuali di FI ne hanno risentito, ma non nascondo, che speravo in un risultato più netto.

Detto ciò, ribadisco quanto detto sul sitema elettorale e tutto il resto. Saluti e baci

@chille

Katty ha detto...

Sono pienamente d'accordo con Achille... Il caro Berlusconi, ha tentato di pararsi il culo con questa nuova legge del c***o, che ha diviso il paese...Ma è andato ben poco lontano... ragazzi se dovesse crollare il governo ci troviamo tutti sul "Pizzo d' Uccello"** tra i partigiani...

** Non è detto a caso :D

davide ha detto...

dopo 5 anni di tale governo avrebbe dovuto prendere metá dei voti, invece é andata com' é andata. anchío sono abbastanza deluso anche se un nuovo governo berlusconi é impossibile adesso e questa era la prioritá.
comunque se si fanno i paragoni con le europee e amministrative il cdx é in ripresa, e anche forte.

davide ha detto...

ps: sugli italiani all'estero: sono d'accordo quando si parla di italiani di 2^ o 3^ generazione o gente che é fuori da decenni. negli altri casi (e sono tanti, tipo gente che sta fuori qualche anno per studio o lavoro) pemso che sia giusto che si abbia la possibilitá di votare

Anonimo ha detto...

Siamo nella merda!!!!!

Achille ha detto...

D'accordo con Davide, chi è fuori del paese per brevi periodi chiusi, deve poter votare. Però appunto questo va ben definito. Sulla ripresa della Cdl in rapporto alle europee ed amministrative, questo è sicuramente vero.
Credo anche però, che in parte ciò si possa spiegare con la mancanza di preferenze, in quanto le regioni si sono in sostanza riallineate con la loro tradizione, mentre con il sistema di espressione di voto con preferenza, entrano in gioco anche altri fattori.

Infine vorrei far notare che, per tornare agli italiani all'estero, ovvero a coloro che non sono stati bombardati da ogni parte tra media, proclami ecc ecc, ma che probabilmente hanno guardato in un modo più distaccato e forse quindi più obbiettivo, il percorso italiano di questi 5 anni, tra loro il voto è andato decisamente a favore dell'Unione e in particola Forza Italia ha preso pochissimi voti. Ciò non vuole dire che all'estero amino Prodi alla follia, ma che probabilmente, a loro giudizio, era il momento di dare spazio ad un altro tipo di governo e coalizione per vedere se l'Italia ripartiva.

Anonimo ha detto...

W Mastella.......

dami ha detto...

o che forse il berlusca all'estero per le sue famose affermazioni non goda di immensa stima...

David ha detto...

L'enorma ritardo negli scrutini è veramente sorprendente. Mi ricordo che quando io facevo da segretario in due orette si concludeva tutto.

Credo che una buona parte di ritardo sia da attribuire allo spaccamento di maroni (non nel senso del ministro) dei rappresentanti di lista su ogni singola scheda. Se ci si mettono possono andare avanti all'infinito.

E tu Aki, non ha avuto nessun "difensore della democrazia" al seggio?

Achille ha detto...

No, a questo giro sono stati tutti tranquilli anche perchè i voti erano inoppugnabili e le uniche due schede nulle con scritte (le altre erano nulle per eccesso di croci), in assoluta par condicio recavano rispettivamente la scritta "No all'Ulivo con i Radicali" e nell'altra "Coglioni siete voi"...